Tag: CeresetTOP

Francesco Galimberti vince il Giro della Regione Friuli Venezia Giulia. Ultima tappa al messicano Carlos Garcia

TRIESTE (TS) – Francesco Galimberti ha vinto la 59ª edizione del Giro Ciclistico Internazionale della Regione Friuli Venezia Giulia. Grande successo per la manifestazione organizzata dall’ASD Libertas Ceresetto che ha visto il corridore brianzolo della Biesse Carrera precedere nella classifica generale Raffaele Mosca (Q36.5 Continental Team) e l’olandese Owen Geleijn (Jumbo – Visma Development Team).

Il messicano Carlos Garcia (A.R. Monex Pro Cycling Team) si è aggiudicato l’ultima tappa con il suggestivo arrivo davanti al Castello di San Giusto nel cuore di Trieste. Secondo il campione del mondo Under 23 Axel Laurance (Alpecin-Deceuninck Development Team) e terzo Federico Iacomoni (Sias Rime).

Dopo la partenza da Sesto al Reghena il gruppo arriva compatto al primo traguardo volante di Ramuscello vinto da Cristian Rocchetta (U.C. Trevigiani Energiapura Marchiol). Subito dopo prende il largo la fuga che ha caratterizzato la frazione finale. A dare il via all’azione è Giosué Epis (Zalf Euromobil Fior), seguito poi da Felix Ritzinger (Team Felbermayr Simplon Wels) e Jorre Debaele (Basso Team Flanders).

Giosué Epis transita per primo sia al GPM di Cima del San Michele che a quello di Slivia posto a 114 chilometri. Per i tre atleti al comando massimo vantaggio di poco superiore ai quattro minuti, ma con l’avvicinarsi a Trieste il gruppo riduce progressivamente il gap. A 10  km dal traguardo, poco dopo che il solito Giosué Epis fa suo il traguardo volante di Borgo San Sergio, termina il tentativo di fuga. Luca Vergallito si aggiudica l’ultimo GPM a Raute.

A 2 chilometri dal traguardo lo scatto decisivo di Carlos Garcia (A.R Monex Pro Cycling Team) che anticipa la volata del gruppo principale, beffando il francese Axel Laurance e Federico Iacomoni.

Le parole del vincitore del 59º Giro Ciclistico Internazionale della Regione Friuli Venezia Giulia Francesco Galimberti“È stato un Giro del Friuli Venezia Giulia davvero bello con tappe molto affascinanti. Quattro giorni intensi ma io stavo davvero bene. Sicuramente la fuga nella seconda tappa è stata decisiva per la vittoria della classifica generale e da quel momento sono diventato il leader della squadra. Oggi partivo con un po’ di tensione per difendere la maglia, ma grazie anche a un ottimo lavoro di squadra abbiamo conquistato un successo importante. È la mia prima vittoria in una corsa internazionale così importante. Sicuramente questo successo mi dà morale in vista delle ultime corse della stagione”.

Carlos Garcia vincitore della quarta e ultima tappa a Trieste ha detto: “A due chilometri dal traguardo mi sono deciso a partire. Negli ultimi mille metri ero a tutta, ma  ho visto che c’era la possibilità di arrivare alla vittoria. Sono molto felice per aver ottenuto il mio primo successo in Europa, dopo due anni che vivo a San Marino con la mia squadra, pensavo di dover tornare in Messico senza una vittoria. Dopo il Tour de l’Avenir ero stanco, ma avevo una buona condizione e perciò sono arrivato al Giro del Friuli Venezia Giulia con buone speranze. Dedico questa vittoria alla mia famiglia, alla mia ragazza Anna e a tutte le persone che mi sostengono dal Messico”.

Il presidente della Libertas Ceresetto Andrea Cecchini al termine della manifestazione ha detto: “Un finale che è stato all’altezza di questo Giro che per quattro giornate ci ha portato un po’ in tutto il Friuli Venezia Giulia cercando di toccare alcuni dei luoghi più interessanti della nostra regione. È stato un alternarsi di emozioni molto forti. Oggi Trieste ci ha accolti nel migliore dei modi e quindi noi siamo ampiamente soddisfatti per come è andata la gara, per come ci hanno accolto le amministrazioni e per come è stato apprezzato questo Giro dalle varie squadre e quindi devo fare un enorme ringraziamento a tutti e ci rivediamo l’anno prossimo alla 60esima edizione”.

Coordinatore del comitato organizzatore l’ex ciclista professionista Christian Murro che ha aggiunto: “È stata come sempre complicata, però è il sesto anno che, come Libertas Ceresetto, organizziamo questa corsa a tappe e la macchina organizzativa è sempre più oliata e quindi siamo riusciti a superare con più facilità le varie difficoltà che chiaramente ad ogni corsa si presentano. Ci sono stati quattro ottimi

ORDINE D’ARRIVO:

1 Carlos Alfonso Garcia (A.R Monex Pro Cycling Team) km 160.2 in 3h35’45” media 44.549 km/h
2 Axel Laurance (Alpecin-Deceuninck Development Team) + 0:02
3 Federico Iacomoni (Sias Rime)
4 Raffaele Mosca (Q36.5 Continental Team)
5 Andrea Debiasi (Cycling Team Friuli)
6 Nicolò Arrighetti (Biesse – Carrera)
7 Davide De Pretto (Zalf Euromobil Desiree Fior)
8 Emanuel Zangerle (Team Felbermayr – Simplon Wels)
9 Giovanni Bortoluzzi (Cycling Team Friuli)
10 Viktor Potocki (Ljubljana Gusto Santic)

CLASSIFICA GENERALE FINALE:

1 Francesco Galimberti (Biesse – Carrera) 14:43:15

2 Raffaele Mosca (Q36.5 Continental Cycling Team) + 01:12
3 Owen Geleijn (Jumbo – Visma Development Team) + 01:53
4 Andrea Debiasi (Cycling Team Friuli) + 2:05
5 Michael Kukrle (Team Felbermayr Simplon Wels) + 2:40
6 Federico Iacomoni (Sias Rime) + 03:37
7 Alex Bogna (Alpecin – Deceuninck Development Team) + 04:31
8 Jaka Primozic (Hrinkow Advarics Cycleang) + 05:05
9 Roberto Gonzalez (MG.K VIS – Colors for Peace) + 06:06
10 Luca Vergalitto (Alpecin – Deceuninck Development Team) + 09:17

LE MAGLIE:

Classifica Generale (maglia gialla) – Pratic: Francesco Galimberti (Biesse – Carrera)
Classifica a punti (maglia blu) – AssiFriuli: Federico Iacomoni (Sias Rime)
Classifica Scalatori (maglia verde) – Edil Meccanica: Luca Vergallito (Alpecin – Deceuninck Development Team)
Classifica Traguardi Volanti (maglia rossa) – Banca Credito Cooperativo: Cristian Rocchetta (Uc Trevigiani Energiapura Marchiol)
Classifica Giovani (maglia bianca) – Bacci: Raffaele Mosca (Q36.5 Continental Cycling Team)

 

SCARICA TUTTE LE CLASSIFICHE COMPLETE: https://we.tl/t-sawHu4st89

SCARICA LA RACCOLTA FOTOGRAFICA DELLA GIORNATA (credits foto Bolgan): 

https://we.tl/t-sOrrZGdujR

Giro della Regione Friuli Venezia Giulia: a Sauris di Sopra esulta Vergallito. Francesco Galimberti nuovo leader

SAURIS DI SOPRA (UD) – Luca Vergallito (Alpecin – Deceuninck Development Team) ha vinto la tappa regina del 59° Giro Ciclistico Internazionale della Regione Friuli Venezia Giulia. Il nuovo leader della generale è Francesco Galimberti (Biesse – Carrera).

Con uno scatto a tre chilometri dal traguardo Luca Vergallito stacca Edward Ravasi, primo ad attaccare sulla salita del Pura, e arriva tutto solo al traguardo di Sauris di Sopra. Il corridore della Hrinkow Advarics si deve accontentare del secondo posto. Terzo posto per Andrea Innocenti (Team Technipes #InEmiliaRomagna).

Dopo aver gestito l’ascesa finale e grazie al vantaggio accumulato nella seconda tappa il leader della manifestazione organizzata dall’ ASD Libertas Ceresetto diventa il brianzolo Francesco Galimberti.

La frazione odierna presentava 150,2 chilometri con partenza da Cordenons (PN) e arrivo a Sauris di Sopra (UD), 3000 metri di dislivello con il Passo del Pura prima dell’ascesa finale.

La corsa è scatta subito a buoni ritmi e ha visto più atleti tentare l’allungo senza però prendere margine. Al primo GPM di giornata, posto a Forgaria nel Friuli, passa per primo Giovanni Bortoluzzi (Cycling Team Friuli).

Dopo 70 chilometri di corsa riescono a evadere dal gruppo quattro atleti: Axandre Van Petegem (Jumbo – Visma Development), Andrea Innocenti (Team Technipes #InEmiliaRomagna), Simone Lucca (Solme Olmo) e Giacomo Garavaglia (Work Service Group Vitalcare). Il vantaggio della fuga arriva anche a oltre i cinque minuti. Dietro però il gruppo controlla e con il passare dei chilometri pian piano riduce il gap.

Simone Lucca si aggiudica il traguardo volante di Peonis mentre Giacomo Garavaglia passa per primo sul secondo GPM posto a Chiaicis.

I quattro arrivano di comune accordo ai piedi dell’ascesa del Passo del Pura. Sulla penultima salita si scatena la lotta per la vittoria. Da dietro scatta Edward Ravasi (Hrinkow Advarics) e Luca Vergallito (Alpecin – Deceuninck Development Team), primo sul terzo GPM di giornata, si porta in testa alla corsa assieme a lui. Andrea Innocenti, ultimo uomo della fuga ad arrendersi alla rimonta dei due atleti, nel finale deve alzare bandiera bianca.

All’inseguimento dei due battistrada rimangono solo una dozzina di atleti, ma il vantaggio rimane sempre solido. A 3 km dal traguardo Luca Vergalito lascia la compagnia di Edward Ravasi e taglia per primo il traguardo di Sauris di Sopra (UD). Decimo Francesco Galimberti che ipoteca la vittoria finale del Giro della Regione Friuli Venezia Giulia ad una sola tappa dal termine.

Luca Vergalito, vincitore della terza tappa ha detto: “I primi 70 chilometri sono stati un po’ nervosi con diversi attacchi. La fuga ha fatto fatica ad andare via anche perché alcune squadre hanno controllato. Sulla penultima salita ha attaccato per primo Edward Ravasi e ho deciso di seguirlo. Siamo riusciti ad allungare e a pochi chilometri dall’arrivo sono partito da solo e sono riuscito ad alzare le braccia al traguardo tutto solo. Sono contento ed è stato bello perché durante l’ultimo chilometro ho potuto iniziare a festeggiare e godermi il momento. Non nascondo che avevo preparato bene la tappa odierna venendo anche ad allenarmi per dieci giorni in una località qui vicina. Dedico questo successo alla mia famiglia e a tutte le persone che mi stanno aiutando in questo percorso”.

Le parole del nuovo leader della generale Francesco Galimberti“Mi sono presentato a questa corsa puntando al podio. Dopo il vantaggio della tappa di ieri oggi partivo con un buon margine e la tattica era quella di curare gli uomini di classifica, cioè quelli che ieri erano con me nella fuga. Ho sentito la fatica nelle gambe, ma ero comunque in buone condizioni e oggi sono in maglia di leader. Essere al primo posto in una corsa così prestigiosa è una sensazione che non ho mai provato prima. Quest’anno dal Giro Under 23 in poi ho fatto un passo in avanti enorme. Vediamo domani di portare a casa la maglia e speriamo vada tutto bene”.

Domani, domenica 3 settembre, andrà in scena l’ultima tappa del Giro Ciclistico Internazionale della Regione Friuli Venezia Giulia. La corsa terminerà quest’anno a Trieste con l’inedito traguardo al Castello di San Giusto. L’ultimo giorno il percorso attraverserà tutto il Friuli Venezia Giulia: partenza alle 12:30 da Sesto al Reghena (PN), fino alla zona del Carso. Da lì poi si scenderà verso il lungomare di Trieste dove sarà posta una salita di 4 chilometri con pendenza media al 5%. Dopo lo scollinamento, la picchiata per tornare sul lungomare di Trieste e infine l’ultimo strappo di 1 chilometro e mezzo, molto impegnativo, verso il Castello di San Giusto. Arrivo previsto intorno alle ore 16.

L’ultima ora di gara sarà trasmessa in diretta video streaming sulla pagina Facebook L’Ora del Ciclismo, sulla pagina Facebook ufficiale della manifestazione Giro della Regione Friuli Venezia Giulia Internazionale elite/under, sul canale YouTube L’Ora del Ciclismo e in TV su TeleFriuli (canale 11 e 511 in HD del Digitale Terrestre).

ORDINE D’ARRIVO:

1 Luca Vergallito (Alpecin – Deceuninck Development Team) 03h54’03”

2 Edward Ravasi (Hrinkow Advarics) a 39”

3 Andrea Innocenti (Team Technipes #Inemiliaromagna) a 1’40”

4 Jonas Rapp (Hrinkow Advarics) a 1’44”

5 Zeray Nahom Araya (Q36.5 Continental Cycling Team) a 1’46”

6 Kevin Manuel Rivera Serrano (Work Service Group Vitalcare) a 1’49”

7 Davide De Cassan (Cycling Team Friuli) a a 1’58”

8 Pavel Novak (Team Colpack Ballan Csb) a 2’00”

9 Giovanni De Carlo (Sias Rime) a 2’06”

10 Galimberti Francesco (Biesse – Carrera) a 2’08”

 

CLASSIFICA GENERALE:

1 Galimberti Francesco (Biesse – Carrera) 11:07:19
2 Mosca Raffaele (Q36.5 Continental Cycling Team) + 01:21
3 Geleijn Owen (Jumbo – Visma Development Team) + 02:02
4 Debiasi Andrea (Cycling Team Friuli) + 2:14
5 Kukrle Michael (Team Felbermayr Simplon Wels) + 2:40
6 Iacomoni Federico (Sias Rime) + 03:46
7 Bogna Alex (Alpecin – Deceuninck Development Team) + 04:09
8 Primozic Jaka (Hrinkow Advarics Cycleang) + 05:05
9 Gonzalez Roberto (MG.K VIS – Colors for Peace) + 06:15
10 Vergalitto Luca (Alpecin – Deceuninck Development Team) + 09:26

 

LE MAGLIE:

Classifica Generale (maglia gialla) – Pratic: Francesco Galimberti (Biesse – Carrera)

Classifica a punti (maglia blu) – AssiFriuli:  Michael Kukrle (Team Felbermayr Simplon Wels)

Classifica Scalatori (maglia verde) – Edil Meccanica: Luca Vergallito (Alpecin – Deceuninck Development Team)

Classifica Traguardi Volanti (maglia rossa) – Banca Credito Coperativo: Cristian Rocchetta (Uc Trevigiani Energiapura Marchiol)

Classifica Giovani (maglia bianca) – Bacci: Raffaele Mosca (Q36.5 Continental Cycling Team)

Foto credits Bolgan

 

 

SCARICA TUTTE LE CLASSIFICHE: https://we.tl/t-xnREmpllvk

Matteo Baseggio vince la prima tappa ed è il primo leader del Giro della Regione Friuli Venezia Giulia 2023

Il vicentino Matteo Baseggio (Uc Trevigiani Energiapura Marchiol) ha vinto la prima tappa del 59° Giro Ciclistico Internazionale della Regione Friuli Venezia Giulia ed è il primo leader della corsa (foto Bolgan).

Epilogo con volata ristretta tra i cinque protagonisti della fuga della giornata che sono riusciti a sorprendere il gruppo. Baseggio, 25enne di Romano D’Ezzelino, ha avuto la meglio di Kevin Pezzo Rosola (General Store-Essegibi-F.lli Curia) e terzo il belga Maartner Van Asbroeck (Basso Team Flanders).

Sono 152 i corridori che si sono schierati alla partenza della manifestazione organizzata dall’ASD Libertas Ceresetto. Grandi applausi per il campione del mondo della categoria Under 23, il francese Axel Laurance della Alpecin – Deceuninck Development Team che è partito con il numero dorsale 1.

Il menù della prima giornata prevede 161 chilometri da percorrere da Palazzolo dello Stella a San Giorgio di Nogaro, interamente nella provincia di Udine. La corsa parte subito velocissima, si registra qualche tentativo di allungo, ma il gruppo è sepre pronto a reagire.

 Cristian Rocchetta (Uc Trevigiani Energiapura Marchiol) si aggiudica il primo traguardo volante a Precenicco dopo 15 chilometri dal via. Dopo un tentativo di attacco a quattro senza grande fortuna, al chilometro 41 arriva anche il secondo traguardo volante di Pocenia vinto dal britannico Matthew Jonathan Kingston (MG K.Vis – Colors for Peace).

Al km 47, finalmente, dopo che la prima ora di gara è volata via ad oltre 50 km/h, riesce a prendere il largo la prima vera fuga di giornata. Sono in cinque gli atleti che la promuovono: Giovanni De Carlo (Sias Rime), Matteo Baseggio (Uc Trevigiani Energiapura Marchio), Dylan Hopkins (Ljubljana Gusto Santic), Kevin Pezzo Rosola (General Store-Essegibi-F.lli Curia), Maartner Van Asbroeck (Basso Team Flanders).

I cinque battistrada al km 70 hanno raggiunto il vantaggio massimo nei confronti del gruppo di 5’48”. Nel finale il gruppo prova ad organizzare un inseguimento, ma è ormai troppo tardi. A 4 chilometri dall’arrivo il gap è di 1’25”, a 2 chilometri dall’arrivo è ancora di 1’22”.

La vittoria resta un affare ristretto ai cinque protagonisti della giornata. È un testa a testa tra il vicentino Matteo Baseggio ed il veronese, figlio d’arte, Kevin Pezzo Rosola (la madre è Paola Pezzo, campionessa Olimpica MTB ad Atlanta 1996 e Sydney 2000) che vede primeggiare la ruota del corridore della Trevigiani, al secondo successo personale della stagione, dopo quello ottenuto a metà aprile a Pontedera.

Matteo Baseggio, vincitore e primo leader della corsa ha detto: “Siamo andati in fuga dopo i primi 40 chilometri fatti a tutta. Sapevamo che in cinque eravamo pochi, ma siamo riusciti a guadagnare un bel margine e allora poi ci abbiamo creduto. Negli ultimi 40 chilometri abbiamo capito che poteva essere la giornata buona e allora ci abbiamo dato tutto e siamo riusciti ad arrivare al traguardo. Ho avuto qualche crampo, ma ho dato tutto nella volata e sono contento di essere riuscito a vincere”. Sulle prossime giornate Busatto aggiunge: “La tappa di domani è adatta alla nostra squadra, proveremo a vincere e a tenere la maglia di leader. Il terzo giorno è troppo duro per noi, ma sicuramente ci riproveremo domenica”.

Domani, venerdì 1 settembre, la seconda tappa di 156,3 chilometri, con partenza alle 12:30 dallo stabilimento Fantoni in via Europa Unita a Rivoli di Osoppo (UD) e arrivo previsto intorno alle ore 16 in via Ermes di Collaredo a Colloredo di Monte Albano (UD).

Una tappa che attraverserà, per il secondo anno consecutivo, la zona collinare del Friuli Venezia Giulia e sembra molto adatta alle fughe da lontano con una continua serie di strappi e sali e scendi.

L’ultima ora di gara sarà trasmessa in diretta video streaming sulla pagina Facebook L’Ora del Ciclismo, sulla pagina Facebook ufficiale della manifestazione Giro della Regione Friuli Venezia Giulia Internazionale elite/under, sul canale YouTube L’Ora del Ciclismo e in TV su TeleFriuli (canale 11 e 511 in HD del Digitale Terrestre).

ORDINE D’ARRIVO E CLASSIFICA GENERALE:

 1 Matteo Baseggio (Uc Trevigiani Energiapura Marchiol) km 163 in 3h27’51” media 47,051 km/h

2 Kevin Pezzo Rosola (General Store-Essegibi-F.lli Curia)

3 Maartner Van Asbroeck (Basso Team Flanders)

4 Dylan Hopkins (Ljubljana Gusto Santic)

5 Giovanni De Carlo (Sias Rime)

6 Simone Buda (Solme – Olmo) a 1’11”

7 Axel Laurance (Alpecin – Deceuninck Development Team)

8 Alessio Portello (Q36.5 Continental Cycling Team)

9 Giosuè Epis (Zalf Euromobil Desiree Fior)

10 Davide De Pretto (Zalf Euromobil Desiree Fior)

LE MAGLIE:

Classifica Generale (maglia gialla) – Pratic: Matteo Baseggio (Uc Trevigiani Energiapura Marchiol)

Classifica a punti (maglia blu) – AssiFriuli: Matteo Baseggio (Uc Trevigiani Energiapura Marchiol)

Classifica Traguardi Volanti (maglia rossa) – Banca Credito Coperativo: Matteo Baseggio (Uc Trevigiani Energiapura Marchiol)

Classifica Giovani (maglia bianca) – Bacci: Alessio Menghini (Solme – Olmo)