Chi siamo

Il Ciclismo è sport e passione, la nostra missione è veicolarli entrambi con l’attività sportiva per i ragazzi e gli eventi organizzati sul territorio!
La Libertas Ceresetto nasce nel 1963 su iniziativa di dirigenti locali illuminati che comprendevano il valore della pratica sportiva e dell’associazionismo intesi come base culturale per lo sviluppo della personalità e della salute fisica dei giovani di Martignacco e dintorni.

Negli anni Sessanta, durante il boom economico dell’Italia che rinasceva dagli stenti della Guerra Mondiale, il ciclismo era, assieme al calcio, lo sport nazionale per eccellenza. Le rivalità storiche, le dispute nei bar, le discussioni su corse e manifestazioni sportive andavano per la maggiore e anche a Ceresetto si respirava l’aria frizzante e ricca di entusiasmo per la bicicletta.

Da allora, centinaia di atleti hanno vestito la maglia bianco-lilla della Libertas Ceresetto, in tutte le categorie giovanili: la cura del vivaio, la multidisciplinarietà, la forza di una cultura dell’impegno e della didattica del ciclismo hanno accompagnato intere generazioni di ciclisti, anche di valore nazionale.

Da Fausto Bidini e Loris Favero, passando per i vari Fabio Masotti, Stefano Presello, Alex Buttazzoni, fino a Elena Cecchini e Matteo Fabbro, tutti atleti poi finiti in Nazionale, la Libertas Ceresetto ha proposto al ciclismo un numero importante di atleti di valore e una quantità considerevole di sportivi che, all’insegna dell’amore per il ciclismo, hanno animato e continuano a portare avanti la passione per le due ruote, essendo ora genitori, zii, nonni, dirigenti, tecnici, appassionati, simpatizzanti.

La Libertas Ceresetto ha raccolto negli anni Sessanta anche il testimone dalla Libertas regionale nell’organizzazione del Giro Ciclistico Internazionale del Friuli Venezia Giulia per under 23 ed élite, evento che nel 2018 è tornato nelle competenze del sodalizio ceresettese.
Il rilancio in grande stile di una corsa storica, oggi riconosciuta come tra le più importanti del panorama nazionale ed internazionale della categoria U23, con un albo d’oro di primo piano – basti pensare che nel 2018 l’ha vinto Tadej Pogačar – rilancia la Libertas Ceresetto nell’epoca nuova del ciclismo del 2020 con la forza della tradizione, la competenza nell’àmbito delle due ruote e la determinazione della famiglia ceresettese nel fare le cose al meglio, con dedizione e cognizione di causa.

Una famiglia pronta a nuove sfide, sempre più grandi.

Libertas Ceresetto

Presidente: Andrea Cecchini